Don Giovanni

Opera in due atti e quattro scene

Musica e libretto di Gian Francesco Malipiero

Fonti letterarie: da Aleksandr Pushkin
Prima rappresentazione: Napoli, Teatro San Carlo, 22 ottobre 1963.

Personaggi:

  • Don Giovanni (baritono)
  • Donna Anna (soprano)
  • Laura (contralto)
  • Leporello (tenore)
  • Un convitato (tenore)
  • Don Carlos (baritono)
  • Un monaco (basso)

 

ATTO PRIMO

 

Scena prima

All’entrata del camposanto. Notte.

Don Giovanni e Leporello

DON GIOVANNI

Attendiamo qui che venga la notte.
Poi volerò attraverso strade a me ben note.
Sono irriconoscibile?

LEPORELLO

A Don Giovanni è facile travestirsi

DON GIOVANNI

Chi potrebbe riconoscermi?

LEPORELLO

Il primo venuto, uno zingaro, un musicante
ubriaco, un baldo cavaliere che passa
ammantato, la faccia mascherata, la spada
sotto il braccio.

DON GIOVANNI

E che importa? Non temo nessuno.

LEPORELLO

E se si scopre che Don Giovanni è ritornato
dall’esilio?

DON GIOVANNI

Non mi taglieranno la testa.

LEPORELLO

Ah! Perché non siete rimasto laggiù?

DON GIOVANNI

Ah, morivo di noia. Che gente, che terra e il
cielo, solo fumo. E le donne! Da principio mi
piacevano pei loro occhi azzurri, per il candore
della loro pelle, per la loro innocenza, e soprattutto
per la novità. Mancano di vita, sono bambole
di cera.
Dimmi, dove siamo?

LEPORELLO

Al convento di Sant’Antonio. Ricordate? Mentre
io tenevo i cavalli nel vicino boschetto, passavate

"Dimmi il mio nome prima dell'alba, e all'alba vincerò"
Per vedere il libretto completo diventa parte di "Opera Libretto Club".
È gratuito, basta che ti registri qui sotto (nel form dopo quello per gli utenti iscritti).
Se sei già iscritto, effettua il log in.

This content is restricted to site members. If you are an existing user, please log in. New users may register below.

Accesso per utenti iscritti
   
Registrazione nuovo utente
*Campo obbligatorio