La finta giardiniera

Dramma giocoso

Libretto di Giuseppe Petrosellini
Musica di Wolfgang Amadeus Mozart

Prima esecuzione: 13 gennaio 1775, Monaco di Baviera, Salvatortheater.
Video dell’opera

Personaggi:

Don Anchise, PODESTÀ di Lagonero, amante di Sandrina tenore
La marchesa Violante Onesti (amante del Contino Belfiore creduta morta) sotto il nome di SANDRINA La marchesa Violante Onesti (amante del Contino Belfiore creduta morta) sotto il nome di soprano
Il CONTINO Belfiore, prima amante di Violante, ed ora di Arminda tenore
ARMINDA gentildonna milanese, prima amante del cavalier Ramiro, ed ora promessa sposa al Contino Belfiore soprano
RAMIRO cavaliere, amante di Arminda, dalla stessa abbandonato soprano
SERPETTA cameriera del Podestà, innamorata del medesimo soprano
Roberto servo di Violante, che si finge suo cugino sotto il nome di NARDO in abito di giardiniere, amante di Serpetta, da lei non corrisposto basso

La scena si finge nella terra di Lagonero.

Libretto – La finta giardiniera

Atto primo

[Ouverture]
Allegro (re maggiore) / Andantino grazioso (la maggiore) per archi / Allegro (re maggiore)
Archi, 2 oboe, 2 corni.

Scena prima
Vago giardino con spaziosa scalinata per cui si ascende al palazzo del Podestà.
Il Podestà, il cavalier Ramiro e Serpetta che scendono dalla scalinata; Sandrina e Nardo applicati alla coltura del giardino.

[N. 1 – Introduzione (Quintetto)]
Allegro moderato (re maggiore)
Archi, 2 oboe, 2 corni.

TUTTI
Che lieto giorno
che contentezza,
qui d’ogn’intorno
spira allegrezza;
amor qui giubila,
brillando va.

RAMIRO
Fra cento affanni
sospiro, e peno,
per me non splende
mai dì sereno,
per me non trovasi
felicità.

PODESTÀ
Il cor mi balza
per il piacere
tra suoni e canti
dovrò godere:
Sandrina amabile
pur mia sarà.

SANDRINA
Sono infelice,
son sventurata,
mi vuole oppressa
la sorte ingrata
di me più misera
no non si dà.

NARDO
(accennando a Serpetta)
Neppur mi guarda,
neppur mi ascolta;
farà costei
darmi una volta,
che donna barbara
senza pietà.

SERPETTA
(accennando il Podestà)
Con quella scimmia
già s’è incantato,
fa il cascamorto,
lo spasimato
ma se mi stuzzica
la pagherà.

RAMIRO
Celar conviene
la pena ria.

PODESTÀ
Via sollevatevi
Sandrina mia.

SANDRINA
Son troppe grazie,
troppa bontà.

RAMIRO
Vedrò placata
l’iniqua stella.

PODESTÀ
Non so lasciarla
ch’è troppo bella.

SERPETTA
Son pieni gl’uomini
di falsità.

Recitativo

PODESTÀ
Viva, viva il buon gusto
della mia vezzosetta giardiniera.
Ch’è il più gradito fior di primavera.
Ramiro, che vi pare?

"Dimmi il mio nome prima dell'alba, e all'alba vincerò"
Per vedere il libretto completo diventa parte di "Opera Libretto Club".
È gratuito, basta che ti registri qui sotto (nel form dopo quello per gli utenti iscritti).
Se sei già iscritto, effettua il log in.

This content is restricted to site members. If you are an existing user, please log in. New users may register below.

Accesso per utenti iscritti
   
Registrazione nuovo utente
*Campo obbligatorio